Come prevenire le infestazioni di blatte: pulizia e deumidificazione degli ambienti

0000Piccole fessure, scollamenti delle piastrelle di pavimentazioni e rivestimenti murari, battiscopa, fenditure tra le mattonelle, angoli bui, ambienti caldi ed umidi come tubature fognarie, lavandini,  scarichi delle acque di lavaggio, canaletti di scolo e scarichi di acque nere sono gli ambienti in cui tendono ad annidarsi le blatte, altresì note come scarafaggi neri.

Si tratta di insetti estremamente pericolosi sia per l’uomo che per gli animali, appartenenti all’ordine Blattodea, che comprende migliaia di specie diverse. Tra le più diffuse abbiamo la blattella germanica, la suppella longipalpa, la blatta orientalis e la periplaneta americana, presente soprattutto nelle aree in cui il clima invernale è più mite. 

Estremamente veloci nel riprodursi e nello spostarsi sia in verticale che in orizzontale, questi parassiti amano l’umidità, il calore e la sporcizia, si nutrono soprattutto di sostanza liquida organica e tendono, quindi, ad annidarsi nei locali caldi ed umidi e gli ambienti in cui hanno modo di accedere alle derrate alimentari. Stanze da bagno e cucine sono, pertanto, ad alto rischio di infestazione.

Attraverso gli escrementi e minuscoli frammenti del corpo delle stesse lasciati sugli alimenti, le blatte fungono da veicolo per svariati microrganismi patogeni che possono causare infezioni urogenitali, tifo, colera, salmonellosi, dissenteria, poliomielite ed epatite A. Sgradevoli ospiti portatori di malattie, le blatte diffondono anche germi, batteri, virus, funghi ed allergeni che possono favorire l’insorgenza di patologie asmatiche e reazioni allergiche nei soggetti predisposti. Sono, infatti, segnalati frequenti casi di asma nei soggetti che vivono in abitazioni infestate dalla blattella germanica, proprio in seguito all’inalazione di piccoli frammenti delle stesse.

L’aspetto più allarmante è che questi parassiti ripugnanti tendono a nascondersi durante il giorno ed uscire dalle rispettive tane solo durante le ore notturne, quando non avvertono la nostra presenza.

Come prevenire infestazioni di blatte

Premettiamo subito che la miglior cosa per affrontare questo problema è quella di rivolgersi a realtà specializzate come Yougenio. Detto questo proviamo a dare delle utili indicazioni per svolgere le prime azioni di difesa dal problema- Per evitare l’infestazione, cercate di rendere gli ambienti domestici quanto più possibile inadatti al proliferare delle blatte.

Si consiglia, innanzitutto, di deumidificare gli ambienti ed eliminare le fonti di nutrimento delle blatte con interventi costanti di pulizia dei locali più caldi ed umidi, come cucine e bagni.

Eliminate gli eventuali residui di cibo, come briciole, bucce, avanzi e mangime per gli animali domestici. Poche briciole possono alimentare un gran numero di scarafaggi e blatte. 

Sigillate gli spazi vuoti intorno ai lavelli, ai sanitari ed alle docce, riparate tempestivamente le piccole perdite di acqua per non fornire agli insetti il modo di abbeverarsi e, in generale, cercate di mantenere la cucina e la stanza da bagno quanto più asciutte, in ordine e pulite possibile.

Si consiglia, inoltre, di depositare i rifiuti in appositi contenitori con chiusura ermetica e sigillare eventuali fessure ed interstizi presenti tra le piastrelle delle pareti o nei pavimenti.

Per un intervento professionale consigliamo i servizi Yougenio per la disinfestazione dalle blatte, con una valutazione precisa dell’infestazione da parte di personale esperto, un attento monitoraggio delle aree infestate e la scelta di un piano d’azione mirato e dei mezzi più idonei ed efficaci per risolvere il problema una volta per tutte. Yougenio mette a disposizione tecnologie avanzate ed un team di professionisti altamente specializzati che permettono di ottenere risultati soddisfacenti in tempi estremamente rapidi.