Creme solari: tutto quello che dovete sapere

Quando si decide di trascorrere una vacanza al mare, ma non solo, anche quando si va in montagna, è importante proteggere la pelle dai dannosi raggi solari. Molti si lasciano travolgere dalla frenesia da tintarella, ma i danni che si rischiano vanno ben oltre gli eritemi e le scottature. Per questo motivo, è importante scegliere una crema solare indicata per la propria pelle. In questa breve guida capirai come scegliere la migliore crema solare più adatta alla tua pelle

Raggi solari e protezione

Le radiazioni solari possono essere di diverso tipo, ma quelle più pericolose per noi e la nostra pelle sono i raggi UVA e UVB. I primi sono quelli che penetrano in profondità, raggiungendo il derma, e fanno in modo che si sviluppi la melanina e quindi l’abbronzatura. Si tratta però di raggi che possono danneggiare la pelle, non nell’immediato, ma anche dopo anni. I raggi UVB invece sono quelli responsabili delle scottature e degli eritemi solari. I raggi UVB sono più pericolosi di quelli UVA, nonostante siano importanti anche per lo sviluppo di Vitamina D. Per proteggersi dai danni causati dai raggi solari è quindi importante utilizzare una crema solare, scegliendola in base alla capacità di offrire una schermo, più o meno potente, per la nostra pelle. Questa protezione è indicata dalla sigla SPF, ovvero Fattore di Protezione Solare.

Come capire qual è la SPF giusta per la propria pelle

La SPF indicata sulla confezione di una crema solare è un numero, che va da 6 a 50+ e fa riferimento alla capacità di un prodotto di schermare o bloccare i raggi del sole. Solitamente questi numeri vengono calcolati in base alla quantità di tempo necessaria per produrre una scottatura sulla pelle, senza filtro. Però bisogna comunque considerare che si tratta di numeri indicativi, che possono essere influenzati da vari fattori ambientali, come l’ora del giorno o la zona geografica. Quindi quando scegliete una crema solare individuate il SPF migliore per voi, in base alle vostre caratteristiche fisiche, e ricordatevi di “rinfrescare” spesso la pelle con la crema, una volta ogni ora. Non scegliete un SPF inferiore a 15, anche se avete una carnagione olivastra. Solitamente quello consigliato per chi si avvicina per la prima volta alla spiaggia è il 30. La protezione media, che assorbe circa il 97% dei raggi solari, è quella che va da 15 a 30. Il SPF 50+ è invece da preferire per i bambini, o le persone che hanno una pelle molto delicata.

Come si applica una crema solare

Una volta scelta la crema solare che preferite, agitate il contenitore e spalmatela su tutto il corpo. Indicativamente, lo strato non dovrebbe essere troppo sottile, perché si rischia di ridurre la capacità del filtro solare. Inoltre, ci sono alcune zone più delicate, ed esposte di altre. Su queste è importante rinnovare l’applicazione più volte, durante il tempo di esposizione. Queste zone più esposte, e sensibili, sono il naso, le orecchie e i piedi. Infine la crema solare va spalmata circa una mezz’ora prima dell’esposizione, sulla pelle ben asciutta. Speriamo che questo articolo vi possa essere utile per evitare scottature in spiaggia.