Come ottenere ricci perfetti con un arricciacapelli professionale

I capelli costituiscono la cornice del viso, per questo averli sempre in ordine e in piega rappresenta un vero tocco in più. I ricci, ad esempio, diventano un modo di acconciare i capelli per ravvivare il look e dare nuovo movimento alle chiome. Per ottenere dei ricci perfetti si può utilizzare un unico metodo che permetta di mantenerli a lungo in piega e sempre vaporosi: l’arricciacapelli.

Come usare un arricciacapelli: i consigli di base

Molte donne hanno l’errata convinzione che l’arricciacapelli vada utilizzato subito dopo il lavaggio dei capelli; in realtà, in questo modo si riesce ad ottenere una piega di scarsa durata, perché il capello è troppo pulito e tenderà a ritornare alla sua forma originale. L’arricciacapelli, dunque, va utilizzato il giorno dopo lo shampoo, momento in cui i capelli sono ancora puliti ma non così tanto da non mantenersi in piega.

Altrettanto importante sarà preparare ogni singola ciocca allo styling con una mousse specifica per onde e ricci, soprattutto se si vogliono delle onde molto fitte e strette; in alternativa, si potrà anche sfruttare un definitore di ricci, nel caso in cui si volessero invece delle onde più morbide ed elastiche. Entrambi i prodotti vanno applicati dopo aver inumidito le ciocche, in modo da ricreare una sorta di guaina che migliora la deformabilità dei capelli.

Altro dettaglio fondamentale è che l’arricciacapelli deve essere utilizzato solo ed esclusivamente su capelli asciutti e non su quelli bagnati, pena un risultato di ricci mal riusciti e il rischio di bruciare la propria chioma. Poiché il passaggio dello styling prevede che i capelli vengano inumiditi, dopo aver applicato i prodotti sarà bene asciugarli con il phon prima di procedere all’acconciatura con l’arricciacapelli. A questo punto si potrà finalmente iniziare a creare le onde, scegliendo il diametro giusto dell’arricciacapelli: maggiore sarà il diametro dell’asta riscaldata, più larghe saranno le onde.

Inoltre, si potrà anche scegliere se arricciare tutta la lunghezza del capello o solo la porzione che va da metà lunghezza fino alle punte. Per un risultato più estremo, fitto e quasi afro, dovrà essere scelto un arricciacapelli da diametro molto stretto ed eseguire l’arricciatura su tutta la lunghezza, fino alla radice. Nel caso, invece, in cui si desideri un riccio morbido ed elastico, l’arricciacapelli dovrà avere un diametro medio e potrà essere eseguita un’arricciatura da metà capello in poi.

Arricciacapelli: ricci perfetti sui capelli lunghi

Nonostante potrebbe essere superfluo fare una distinzione tra capelli lunghi e medio-corti, in realtà l’arricciatura deve essere proporzionata e ben eseguita a seconda della lunghezza della chioma.

Durante l’arricciatura, infatti, l’arricciacapelli tende a riscaldarsi parecchio anche quando è professionale e mantiene una temperatura costante. Per questo motivo, il tempo di posa del capello sull’asta riscaldata deve essere relativamente breve, ma fatta uniformemente.

Se il capello è molto lungo, andando ad arrotolare la ciocca tutta sullo stesso punto dell’arricciacapelli si rischia di surriscaldare eccessivamente la parte sottostante e, allo stesso tempo, di non far raggiungere la temperatura efficace a modellare la parte sovrastante.

Per questo motivo sarebbe opportuno eseguire l’arricciatura su una stessa ciocca lunga in due momenti diversi: una prima sulla parte più alta della lunghezza e una seconda sulla parte finale della ciocca, facendo attenzione a creare continuità dell’onda.

Infine, è molto importante che la ciocca venga arrotolata sull’asta dell’arricciacapelli in modo che ogni parte del capello sia a contatto con quest’ultima e non avvolta su se stessa, creando un movimento a spirale che dall’alto scende verso il basso.

Il verso dell’onda può essere scelto a piacimento, anche se solitamente il riccio lo si crea a partire dall’esterno verso l’interno, in modo da dare un andamento più bello esteticamente e capace di aprire il viso.

Per salvaguardare la salute dei capelli, soprattutto se si utilizza spesso l’arricciacapelli per ottenere un look vivace o romantico, è importante sceglierne uno di qualità come quelli del brand Gama Professional, ovvero che abbia la funzione di mantenimento costante della temperatura e un’asta del diametro adeguato alla lunghezza dei capelli.

Ricci perfetti sui capelli medio-corti con l’arricciacapelli giusto

Al contrario dei capelli lunghi, i capelli medio-corti richiedono attenzioni diverse e forse diametralmente opposte per ottenere dei ricci perfetti con l’arricciacapelli.

Per una lunghezza che non supera le spalle, sarà necessario un arricciacapelli dal diametro adeguato: un diametro troppo largo, infatti, renderà difficile fare dei ricci perfetti su capelli corti o medio-corti, perché si riusciranno a fare poche spirali.

La scelta dell’arricciacapelli, dunque, dovrebbe orientarsi su quelli che hanno un’asta dal diametro medio-stretto, meglio se con l’asta che si apre a becco. Quest’ultima, infatti, aiuterà a mantenere ferma la ciocca relativamente corta, senza il rischio di surriscaldare le dita che mantengono in posa i capelli.

Come per i capelli lunghi, anche nel caso dei capelli medio-corti è necessario creare una piccola spirale che non faccia arrotolare su se stessa la ciocca, in modo da riscaldare i capelli uniformemente e dare una piega perfetta.

Poiché i capelli corti rischiano di diventare troppo vaporosi con l’arricciatura, si potrà optare per dei ricci morbidi solo sulle punte o dalla metà della lunghezza dei capelli in giù. In alternativa, qualora si desideri un look intenso e vivace, l’arricciacapelli può essere utilizzato sin dalla radice, sapendo che così si otterrà un accorciamento ulteriore della lunghezza del capello e un volume davvero notevole.

L’arricciacapelli per capelli abbastanza corti può essere utilizzato anche solo per dare un leggero movimento alla chioma, senza fissare troppo l’onda: basterà ridurre il tempo di posa della ciocca sull’asta riscaldata e arrotolare le ciocche con morbidezza. Alla fine, si potranno aprire i capelli con l’aiuto delle mani, ottenendo così un grazioso aspetto mosso e spettinato, meno definito ma molto chic e di grande impatto estetico. Il risultato sarà un look giovane, vivace e sbarazzino.