Category: Natura

Come coltivare lo zafferano? La guida completa

Considerato da sempre come una delle spezie più preziose in assoluto, lo zafferano ha rappresentato per secoli un’importante fonte di ricchezza. Ancora oggi la spezia è richiesta in tutto il mondo perciò avviarne la coltivazione rappresenta un’occasione importante di guadagno. In passato la coltivazione dello zafferano era monopolio della stato, ma oggi le cose sono cambiate. Insomma tutti possono coltivarlo nel proprio orto, come provvederemo a spiegare prendendo spunto dalla guida di Affari Miei.

Coltivare zafferano, però, non è un’impresa da tutti anche se produrre una quantità sufficiente a cucinarsi un gustoso risotto giallo è alla portata da chiunque.

Lo zafferano è una particolare pianta che nasce da un bulbo, il crocussativus, con un fiore che risulta sterile, non producendo alcun tipo di seme. E’ il bulbo a rappresentare il punto di partenza della pianta con la nascita periodica di spate che formano, a sua volta, delle foglie filiformi di colore verde smeraldo. Il fiore che nasce ha un particolare colore viola, davvero suggestivo, in grado di rappresentare anche un originale decoro. Ed è proprio dal fiore che si ricava lo zafferano prendendo i tre filini degli stimmi.

Le caratteristiche climatiche dell’Italia si adattano alla coltivazione dello zafferano, da nord a sud. La pianta, infatti, non teme particolarmente il freddo, ma nemmeno la siccità. Anche gli sbalzi di temperatura sono innocui allo zafferano. E’ la luce, invece, ad essere necessaria per lo sviluppo della pianta grazie alla fotosintesi.

Per quanto riguarda il terreno, è importante tenere presente che lo zafferano necessita di un drenaggio costante dell’acqua. Il ristagno o la presenza di un suolo argilloso in grado di compattarsi facilmente trattenendo l’umido farebbe ammalare il bulbo in poco tempo. Il terreno deve essere, in ogni caso, sufficientemente fertile e ben curato.

Un terreno in leggera pendenza, ad esempio, è la soluzione ideale in quanto lascerebbe passare l’acqua con maggiore facilità. E’ indispensabile, inoltre, che il terreno sia lavorato sufficentemente ed in profondità in modo da prevenire marciumi in grado di mettere in pericolo la salute della pianta.

Le caratteristiche del bulbo di zafferano

Il bulbo di zafferano acquistato deve avere delle caratteristiche ben precise. Innanzitutto deve essere di buona qualità, ma soprattutto deve avere delle dimensioni ben specifiche. l diametro deve essere superiore ai due centimetri, ideale se sia oltre i tre. In genere un bulbo di diametro di tre ha un prezzo che varia tra i trenta ed i sessanta centesimi.

Una volta impiantato è necessario curare il terreno eliminando le erbacce. Un altro aspetto da tenere presente è l’irrigazione. La pianta non teme la siccità, anche se è necessario innaffiarla nei primi periodi di fioritura e nel mese in marzo quando comincia a moltiplicare i bulbi.

Per quanto riguarda la conservazione, invece, può essere sufficiente riporre la piantina in un vasetto di vetro. In queste condizioni la pianta rimane in buona salute anche per un intero anno.

Rimedi naturali per contrastare infezioni da Herpes simplex

herpes-labialeIn campo erboristico vengono suggeriti diversi rimedi naturali per contrastare infezioni da Herpes simplex, di tipo 1 e di tipo 2, si tratta principalmente di stick per labbra o creme a base di principi attivi di derivazione vegetale, talvolta possono anche essere consigliati delle compresse dalla formulazione naturale. Va comunque precisato che il ricorso a prodotti in stick e dalla formulazione in crema vengono raccomandati per lenire la sintomatologia connessa con l’infezione virale, per cui il loro utilizzo avviene quando l’infezione da Herpes labiale è ormai già comparsa; invece l’assunzione di eventuali compresse ed integratori può avvenire a scopo preventivo attivando un’azione immunologica. Il sintomo che caratterizza l’insorgenza dell’herpes è la comparsa di piccole vesciche sulla cute che vanno ad irradiarsi su: labbra, aree estese del corpo, genitali. Per debellare la patologia herpetica in genere possono essere usati degli stick e delle creme che contengono sostanze naturali capaci di sintetizzare diverse proprietà quali: antinfettive, antivirali, antinfiammatorie, immunostimolanti, eudermiche. Per il trattamento dell’herpes labiale vengono proposti degli stick e dei balsami per labbra a base di burro di karité e di cera carnauba per garantire un’efficace proprietà emolliente e delle virtù protettive.

In erboristeria si trovano anche diversi oli essenziali utili come rimedi naturali per contrastare infezioni da Herpes simplex come ad esempio dei preparati a base di olio essenziale di timo, ginepro e maggiorana. Anche altri preparati topici nella formulazione in crema, pomata ed oli vengono consigliati per placare i sintomi dovuti alla patologia erpetica, per cui vengono raccomandati prodotti a base di: echinacea che grazie ai fenil propani favorisce un’azione antinfettiva ed antivirale, non va poi trascurata la sua attività immunostimolante; camomilla, una sostanza in grado di inibire la propagazione dell’Herpes simplex, inoltre la pianta è in grado di dare spegnere l’infiammazione sfruttando principalmente le proprietà del bisabololo, un principio attivo contenuto nella camomilla che esercita un’efficace azione antinfiammatoria; melissa, una pianta officinale a cui ascrivere un ampio spettro di proprietà tra cui un valido effetto antivirale che contribuisce ad arrestare l’infezione da Herpes simplex. In base ai sintomi manifesti ed al preparato erboristico indicato è bene seguire la corretta posologia seguendo le indicazioni relativa all’applicazione ed al dosaggio del rimedio seguendo i consigli del proprio erborista di fiducia.

BioMasoNatura: vendita di prodotti biologici online

logoL’attenzione al biologico è sempre è più in fase crescente. Questo fattore è dovuto principalmente a una maggiore attenzione all’alimentazione, ma anche alle numerose notizie che arrivano sulle contaminazioni e sui prodotti alimentari non sicuri. Il ritornare ai prodotti alimentari di una volta, spesso può diventare difficile, poiché la vendita di prodotti biologici non è sempre presente, almeno nel caso di piccoli centri abitativi. Nelle città questo problema non si pone, ma nel caso di un piccolo paese, questo problema può esser risolto attraverso le vendite online, di prodotti biologici che rappresentano e riportano la buona cucina in tavola.

L’azienda BioMasoNatura ha quasi vent’anni di attività e fa del suo fulcro una produzione di alimenti al 100% biologici. Per far questo, l’azienda ha detto “no” a tutte quelle tecniche colturali che portano agenti chimici e per nulla naturali sui campi, le piante e gli alberi. Questa scelta di non utilizzare prodotti di sintesi rende i prodotti della ditta BioMasoNatura naturali e sicuri sotto l’aspetto dell’alimentazione, assicurando alla clientela un prodotto finito come la pasta o la passata di pomodoro naturale e al 100% biologico; dove si potrà riassaporare il vero sapore e il vero aroma dei piatti di una volta.

Vendita di prodotti biologici: la scelta di mangiare e vivere sano.

Tra i numerosi prodotti presenti nell’e-commerce di BioMasoNatura vi è l’Aloe Arborescens Sinergia 2, che con i suoi ricchi componenti derivati dalla pianta dell’Aloe quali: magnesio, calcio, potassio, sodio, rame e zinco favorisce la corretta assunzione di Sali minerali e microelementi in modo naturale. Numerose sono le vitamine come : A, C, E e del gruppo B e rappresenta un ottimo integratore alimentare che è preparato attraverso la lavorazione delle foglie fresche della pianta, senza l’uso di OGM o sostanze di sintesi. Questo prodotto è importante per chi vuole arricchire la propria dieta quotidiana, adatto anche ai celiaci. Il barattolo da 850 g è preparato con un 50% di Aloe e l’altro 50% con Miele biologico, senza aggiunta di conservanti, coloranti o additivi. Il sapore e la qualità del prodotto saranno solamente dovuti alla qualità di un prodotto sano, biologico e completamente naturale.

Attraverso la vendita di prodotti biologici si potrà ricercare e provare una numerosa varietà di alimenti, sia per i giorni speciali che per le pietanze del quotidiano, assicurandosi però una alta qualità dato che i prodotti sono tutti certificati come biologici. Riportare la dieta alle origini, assumendo alimenti del tutto naturali è un modo per curare – giorno per giorno – la nostra salute, così da vivere in modo sano e in uno stato di benessere psicofisico continuo e duraturo.

L’impegno per la natura nel 2015 è solo con l’aiuto di tutti

Il contributo di tutti è fondamentale per poter salvaguardare la nostra natura ed il nostro ecosistema ambientale e, nello stesso tempo, per favorire l’avanzamento dei progetti di tutela e difesa per tutte le specie oggi a rischio. Da anni il WWF, la più grande organizzazione mondiale per la conservazione della natura, è attiva in tutto il territorio mondiale con numerose iniziative di salvaguardia degli animali, ma anche con iniziative di turismo sostenibile, di formazione ed educazione, volte alla conservazione del pianeta, a prevenire disastrosi impatti ambientali o cambiamenti climatici insostenibili e a garantire il patrimonio indispensabile della biodiversità.

tartaruga

tartaruga

Il precedente anno 2014 si è concluso con numerose sfide vinte dall’organizzazione mondiale grazie al sostegno di tutte le persone che hanno deciso di collaborare, grazie all’impegno di volontari e soci, grazie anche a chi ha deciso di contribuire con una semplice donazione, seppur minima, per difendere le specie in pericolo ed il loro habitat naturale. Anche quest’anno 2015 si apre con nuovi progetti da portare avanti a favore della natura e da cercare di realizzare in ogni angolo del mondo: Amazzonia, Mediterraneo, Alpi, sono davvero numerose le aree dove gli operatori del WWF sono attivi con progetti di responsabilità ambientale e di salvaguardia. Aiutare a proteggere ettari di foresta, donare kit completi di medicinali, sostenere le attività di educazione ambientale nelle scuole, contrastare la pesca illegale, vigilare su abusivismo edilizio ed inquinamento del territorio, soprattutto limitare il bracconaggio, migliorare le dotazioni tecnologiche e di difesa dei ranger, sensibilizzare le popolazioni, questi sono solo alcuni degli esempi di progetti del WWF che ciascuno di noi può decidere di sostenere con una minima donazione.

Non ultima, la volontà di aiutare la natura con le opportunità di adozione di un animale e favorire, così, la tutela di una delle specie a rischio: lupi, elefanti, ghepardi, c’è un’ampia scelta per poter finanziare dei progetti specifici di salvaguardia. Decidendo di adottare una tartaruga, ad esempio, puoi aiutare a sostenere i centri di recupero presenti sul territorio, acquistare apparecchi chirurgici per le tartarughe ferite, ma anche solo comprare medicine, garze o cibo per le tartarughe salvate dalla pesca illegale che, con reti a strascico o fisse, ogni anno causa la morte di circa 40.000 tartarughe marine. Scegliendo un contributo da poter fornire al WWF potrai ricevere in regalo la scheda della specie che hai deciso di adottare, un peluche simbolo del tuo animale preferito e il certificato ufficiale di adozione che qualifica il tuo impegno per la natura e a favore delle attività e dello staff del WWF.