Archive for: agosto 2016

Vene varicose, cause e rimedi

0000Le vene varicose interessano le pareti venose in seguito ad una dilatazione patologica permanente e si manifestano come un rigonfiamento di una specifica zona interessata da varicosi laddove notiamo un andamento tortuoso delle vene, che sono molto visibili a causa della dilatazione e del colorito bluastro.

Per contrastare la diffusione delle vene varicose esistono una serie di rimedi di cui vogliamo parlarvi: dall’idroterapia ai massaggi plantari, dalla fitoterapia agli impacchi fino all’assunzione di compresse naturali. In particolare nelle stagioni calde è decisamente consigliata l’idroterapia i cui eccezionali effetti derivano proprio dalla differenza di temperatura tra l’acqua fredda in cui si immerge la parte interessata e quella corporea. Questo espediente ha lo scopo di portare i vasi sanguigni a costringersi. Per questo motivo chi è affetto da vene varicose tende a farsi una nuotata in mare nelle prime ore del mattino, quando l’acqua è ancora fredda. Accanto all’idroterapia si consigliano una serie di massaggi plantari laddove la stimolazione della pianta del piede è funzionale per riattivare la circolazione sanguigna che appare compromessa con il sopraggiungere delle vene varicose.

Inoltre l’ingrossamento delle vene può essere anche contrastato con la cosiddetta fitoterapia dato che ci sono in natura alcune piante che hanno il potere di rinvigorire le pareti venosi più fragili e deboli, donando loro una nuova e fresca linfa vitale. In particolare l’ippocastano, il biancospino e l’acerola consentono al corpo un drenaggio incisivo e vantaggioso sui gonfiori causati dalle vene varicose. Un altro rimedio naturale consiste nell’applicare alcune sostanze sulle parti interessate tramite degli impacchi di rusco o di vite rossa che oltre ad avere qualità antiinfiammatorie svolgono un’azione antiossidante davvero efficace e permanente. Per coloro che vogliono comunque provare le proprietà di queste piante si consiglia l’assunzione di compresse per via orale che possono essere prescritte come integrazione ad una cura farmacologica.

Fonte: benessere

Zucchero in cibi e bevande, occhio all’etichetta

hand holding soda can pouring a crazy amount of sugar in metaphor of sugar content of a refresh drink isolated on blue background in healthy nutrition, diet and sweet addiction concept

In un’alimentazione sana è importante l’apporto delle calorie. Il fabbisogno di queste cambia secondo età, peso e sesso. A questi parametri si aggiunge la condizione di salute. Perciò il numero di calorie di cui abbiamo quotidianamente bisogno dipenderà dal fatto se si è donna, uomo o bambino, dagli anni, dal peso e se sono presenti o no patologie. In generali un uomo ha un fabbisogno superiore di calorie.

Le calorie stanno a indicare la quantità di energia che i cibi contengono.

Queste vanno suddivise nei tre pasti principali: colazione, pranzo e cena. In una corretta dieta è bene prendere l’abitudine di consumare anche due piccoli pasti fra quelli principali, cioè una merenda e uno spuntino a metà mattinata e nel pomeriggio. Concedersi questi mini pasti consente di non arrivare affamati a pranzo e a cena col rischio di mangiare di più. Le calorie in eccesso, infatti, portano a ingrassare con conseguenze per la salute.

Nella dieta non devono mancare tutti gli elementi necessari a dare energia, quindi carboidrati, proteine e grassi.

Mangiare frutta e verdura in buone quantità e ogni giorno fornisce inoltre vitamine, minerali e fibre. Non devono mancare anche gli zuccheri che in parte sono forniti dai carboidrati. In molti cibi e bevande ci sono zuccheri aggiunti. Questi possono essere zuccheri semplici quali il saccarosio e il miele o zuccheri complessi. Il loro ingerimento porta a un innalzamento rapido della glicemia. Come detto in precedenza è importante che un’alimentazione equilibrata sia completa.

Non è necessario privarsi degli zuccheri, ma è fondamentale stare attenti alla quantità ingerita. Le bibite sono zuccherate. Quando le acquistiamo, è bene leggere l’etichetta per rendersi conto della quantità di zucchero.

Ad esempio lo zucchero della Coca Cola è specificato nelle informazioni nutrizionali. Una porzione di 250 ml di questa bevanda contiene 27 grammi di zucchero che corrispondono a 105 calorie. Come per lo zucchero nella Coca Cola, possiamo verificare la percentuale di dolcificante anche in altri prodotti.

Leggere l’etichetta permette di scegliere gli alimenti con maggiore consapevolezza. Una pratica che si rivela molto utile quando si comprano bibite e cibi per i bambini che sono maggiormente golosi di prodotti dolci.

Va inoltre considerato che il benessere fisico è dato da una somma di fattori. Non dipende soltanto da un’alimentazione sana e varia ma a questa è consigliabile accompagnare un’attività fisica regolare.

Come combattere i dolori mestruali con rimedi naturali

0000Distrutte dai fastidiosi crampi delle mestruazioni? Con l’arrivo del ciclo si avvicinano anche idolori mestruali che tanto odiamo. Per fortuna esistono dei rimedi efficaci per combatterli e ritrovare subito il buon umore. Vediamo insieme quali sono. Come eliminare i dolori mestruali con rimedi efficaci Quante di noi donne non ha mai sofferto di dolori mestruali? E quante di noi pagherebbe oro per eliminare questo fastidioso distrurbo? Oggi parliamo dei crampi mestruali, conosciuti anche con il termine di dismenorrea, che ci colpiscono durante il ciclo mestruale e che comportano gonfiore e dolori di una certa intensità localizzati nel basso ventre. Ma cosa sono in realtà questi dolori? Sono spasmi muscolari, le cui contrazioni sono dovute alla produzione in eccesso di prostaglandine, sostanze ormonosimili prodotte dal nostro organismo. Questi dolori a volte sono così intensi da costringerci a rimanere a letto o addirittura a non uscire di casa, rubandoci del tempo a noi prezioso. Naturalmente, l’intensità del dolore varia da donna a donna e può essere causato da fattori psichici, come stress, o da patologie più gravi, come infezioni dell’utero oendometriosi. Contro questi crampi possiamo usare i farmaci, come antidolorifici analgesici, che eliminano il problema nel giro di pochi minuti, oppure possiamo combattere i dolori mestruali con rimedi naturali molto efficaci. Vediamo come:

  • fare movimento, cercando di andare a correre, iscriversi in palestra o uscire per una lunga passeggiata. È stato scientificamente provato che il movimento produce le beta endorfine, ovvero degli analgesici naturali prodotti dal nostro corpo che ci fanno sentire meno dolore e aiutano ad eliminare più in fretta l’eccesso di prostaglandine;
  • magnesio, da assumere tramite una corretta alimentazione. Grazie al giusto apporto di questo minerale essenziale per il nostro corpo, possiamo diminuire i dolori e i crampi mestruali attraverso integratori di magnesio o alimenti che lo contengono, come pane integrale, riso scuro, noci, fave, avena e fagioli;
  • tisane rilassanti che, grazie alle proprietà antispasmodiche di piante, erbe e spezie, come betulla, camomilla, calendula, zenzero e cannella, rilassano la muscolatura contratta e diffondono un senso di relax assoluto;
  • acqua, perché bere sufficiente acqua durante la giornata aiuta la circolazione sanguigna;
  • sesso. Ebbene sì, anche fare del sano sesso aiuta ad eliminare i dolori mestruali. Raggiungendo l’orgasmo, infatti, l’utero si contrae e in una volta sola riusciamo a bruciare la prostaglandina in eccesso.

Mal di Gambe come curarlo

0000Il mal di gambe è un fastidioso disturbo che interessa gli arti inferiori, ginocchia e piedi compresi, e che colpisce le persone di qualsiasi età. A volte questo dolore può derivare da stanchezzafastidi osseo-articolari, invecchiamento o cattiva circolazione, altre volte invece può dipendere da patologie neurologiche ben più gravi, come ad esempio la sclerosi multipla o la Sla. Ma cerchiamo di approfondire meglio quali possono essere le cause e i rimedi per dare sollievo alle nostre gambe e ritrovare il nostro benessere naturale.

Cause

Le cause principali del mal di gambe sono varie. Possono derivare da infortuni che determinano strappi muscolarifratture e tendinite oppure da crampi muscolari provocati dalla disidratazione o dalla mancanza del giusto apporto di sodio, potassio, magnesio e calcio nel sangue. Anche gli sforzi eccessivi dovuti all’attività fisica e le temperature troppo calde provocano dolori alle gambe così come l’uso di troppi farmaci, come i lassativi e diuretici, che fanno perdere minerali e liquidi utili al nostro organismo. Altre cause che provocano dolore alle gambe posso essere il sovrappeso, l’aterosclerosi, che blocca la circolazione arteriosa, le vene varicose, le infezioni alle ossa, le infiammazioni da artrite o la fibromialgia, ovvero il dolore cronico associato a rigidità, o la sindrome delle gambe senza riposo, che consiste in un formicolio costante e nella necessità di muovere le gambe senza sosta. Tutto ciò comporta anche difficoltà in altre abitudini quotidiane come prendere sonno in modo regolare.

Rimedi naturali

Se il dolore di gambe è strettamente collegato a delle patologie in atto, allora sarebbe bene trattarlo con antinfiammatorianticoagulantiantidolorifici e antibiotici, prima che peggiorino. Se invece si tratta di stati fisiologici, essi possono essere curati grazie a rimedi naturali che alleviano da questo fastidioso disturbo. Vediamo quali sono:

  • fare tanta attività fisica;
  • seguire una corretta alimentazione introducendo regolarmente frutta, verdure e vitamine;
  • sollevare le gambe quando si è seduti da troppo tempo;
  • bere molta acqua per riattivare la circolazione;
  • limitare l’uso del sale;
  • fare docce con getti alternati di acqua calda e fredda;
  • evitare saune e bagni turchi;
  • indossare collant comprimenti, che aiutano a migliorare la circolazione, soprattutto per chi svolge un lavoro sedentario;
  • evitare tacchi alti;
  • dormire con le gambe rialzate, con un rialzo di 10 cm sotto il materasso;
  • durante il bagno massaggiare le gambe doloranti, almeno una volta alla settimana;
  • usare olio di cocco e olio di merluzzo per alleviare i dolori alle gambe e per curare la debolezza dell’intero organismo.

Wc chimico mobile, ecco perché conviene noleggiarlo

0000Oggi i cantieri e tutti gli eventi aperti al pubblico (manifestazioni sportive, concerti etc) devono essere dotati di wc chimico mobile (anzi sarebbe opportuno parlare al plurale visto che il numero minimo dipende dall’affluenza delle persone). Il riferimento è alla normativa europea EN 16194, recepita anche in Italia ad aprile 2012. Un apposito paragrafo del testo normativo è dedicato al noleggio del wc chimico mobile, a dimostrazione del fatto che questa formula è sicuramente quella più logica e conveniente. Scopriamo perché.

Wc chimico mobile: igiene e privacy ovunque

Anche se il cantiere o l’evento hanno sede in zone remote, non ci sono problemi per il trasporto e l’installazione dei bagni chimici perché la più grande comodità di queste cabine è proprio quella di non necessitare di alcun impianto idraulico o scarico di qualsiasi genere per l’utilizzo.

Questa premessa serve già da sola a spiegare la convenienza del wc chimico mobile: esso si presta ad essere trasportato ovunque se ne abbia bisogno. E’ intuitivamente molto più pratico per cantieri che si spostano o organizzatori di eventi dislocati poter contare su un servizio di noleggio di bagni chimici piuttosto che portarsi dietro le cabine dedicate. Sarebbe veramente impensabile e scomodo!

Wc chimico mobile: i servizi aggiuntivi del noleggio

Ma i vantaggi del noleggio dei wc chimici vanno anche oltre questo aspetto primario. Le migliori società operanti in questo settore infatti non si limitano a fornire, trasportare, posizionare e rimuovere le cabine ma garantiscono assistenza, manutenzione e, all’occorrenza, riparazione o sostituzione del wc.

Riferendosi ai professionisti del settore è inoltre possibile richiedere la pulizia periodica (giornaliera, settimanale o altra scadenza in base alle necessità del cliente) nonché l’igienizzazione delle cabine per garantire sempre il massimo comfort. Il servizio di noleggio termina con il ritiro a fine locazione e lo smaltimento dei rifiuti presso gli impianti autorizzati.

Riepilogando il servizio di noleggio wc chimici Sebach completo include quindi: consegna, posizionamento, pulizia periodica interna ed esterna (inclusi reintegro dei prodotti di consumo e aspirazione dei reflui e successivo smaltimento presso depuratori autorizzati), assicurazione per incendio, furto o atti vandalici, copertura assicurativa RCT e ritiro a fine locazione.

Sebach è l’unica azienda ad aver ottenuto la Certificazione Integrata di Sistemi di Gestione Aziendale secondo i parametri della:

• Certificazione ISO 9001 (Qualità)

• Certificazione OHSAS 18001 (Sicurezza)

• Certificazione ISO 14001 (Ambiente) Garantite Bureau Veritas.