Archive for: giugno 2014

L’importanza del make up naturale al cento per cento: una piccola introduzione

logoDonne, è a voi che oggi vogliamo rivolgere la nostra attenzione. Vogliamo porvi infatti una domanda, rinuncereste ai prodotti make up? Siamo più che sicuri che nessuna di voi ha dato una risposta positiva, le donne infatti non hanno alcune intenzione di uscire di casa con il viso completamente nudo, senza almeno un velo di trucco. Le donne dopotutto si truccano da secoli e secoli, una pratica questa volta a renderle più sicure di loro se stesse e ad eliminare tutti quei piccoli difetti che proprio non sono in grado di amare del loro aspetto. Nessuno vuole che i prodotti make up vengano messi al bando, dopotutto ormai anche il mondo maschile ha imparato ad amarli e a capire le loro piccole ma deliziose magie. Nonostante questo è importante parlare dei prodotti make up alternativi rispetto a quelli che possiamo trovare in ogni profumeria. Stiamo parlando dei prodotti make up naturali al cento per cento.

Forse non tutti lo sanno, ma la maggior parte dei prodotti che possiamo acquistare in profumeria e nei supermercati sono ricchi di sostanze potenzialmente dannose per la nostra pelle, oltre che dannose anche per il pianeta in cui viviamo. Si tratta di sostanze che tendono a creare una sorta di pellicola sulla nostra pelle che non le permette di respirare nel modo adeguato ad esempio oppure di sostanze irritanti che nel momento stesso in cui ci regalano un make up professionale ci regalano anche brufoli, arrossamenti, prurito. Si tratta di sostanze che attaccano la nostra pelle che per difendersi è costretta ad accelerare il suo ritmo creando radicali liberi in eccesso e invecchiando molto velocemente. L’alternativa è come abbiamo prima accennato il make up naturale al cento per cento.

Sono oggi davvero numerose le aziende che hanno deciso di intraprendere questo cammino e di offrire quindi alle donne del mondo intero prodotti realizzati solo ed esclusivamente con ingredienti naturali, solitamente inoltre derivanti da agricoltura biologica. I prodotti make up naturali forse fanno dei miracoli meno intensi rispetto ai prodotti di nuova generazione che utilizzano sostanze chimiche e tecnologie innovative, ma ci permettono di avere comunque un look impeccabile senza danneggiare la pelle. Ma la loro magia non consiste solo in questo, mano a mano che passa il tempo vi renderete conto infatti che la vostra pelle risulterà più bella rispetto al passato. Utilizzando solo prodotti naturali non la metterete in alcun modo sotto stress infatti e la nutrirete anzi in modo davvero eccellente.

Un consiglio? Provate dopo qualche mese di make up naturale a farvi fare un bel book professionale in uno studio fotografico, book ovviamente da stampare in un bell’album da tenere poi come ricordo. Vi renderete subito conto che anche un make up naturale può farvi apparire belle come le modelle che vedete nelle riviste, anzi forse ancora più belle visto che appunto non avete chissà che prodotti spalmati sul viso. Spesso è la paura di non apparire abbastanza belle a spingere le donne verso prodotti che sono poco salutari, è la mancanza insomma di autostima. Ma un bel book fotografico è sempre il modo ideale per far sì che la propria autostima cresca, un modo anche per divertirsi davvero intensamente.

Perché allora non regalare un bel book con tanto di stampa professionale anche alla mamma o alla vostra migliore amica? Sempre ovviamente però dopo una bella seduta di make up naturale!

Sentirsi bene eliminando il vuoto antiestetico fra i bottoni

logoA volte,quando s’indossa una camicetta si crea un antiestetico vuoto tra un bottone e l’altro. La prima considerazione è di provare una taglia più grande pensando che questo effetto sia dovuto al fatto che la camicia è troppo stretta, invece, potrebbe anche essere dovuto al fatto che la camicetta è troppo grande.

Effettivamente, è solito vedere questo inestetismo su una camicetta troppo stretta o quando le asole sono troppo larghe, conferendo un’immagine disordinata e sciatta a chi indossa questo capo di vestiario. In questo caso è adeguato indossare una taglia più grande.

Come accennato prima, lo stesso problema può presentarsi quando la camicia è troppo grande e forma delle pieghe sedendosi, le quali costringono la persona che la indossa, a stirare sul corpo la camicia per non far scorgere le pieghe. In questo caso lo spazio che si crea tra i bottoni è dovuto al fatto che essi sono troppo lontani perché questi possano aderire. L’immagine resa, è quella di avere addosso un sacco e di apparire grasse anche quando non lo si è. Per risolvere ciò, è sufficiente prendere una taglia più piccola.

Il tipo di reggiseno, può essere fonte d’inestetismo, se esso è troppo stretto il seno spinge verso l’alto dando una sagoma sporgente, in particolare su seni piuttosto grandi. Indossando un reggiseno che minimizza la massa, eviterete di spostare i seni troppo grossi sotto le ascelle perché creano una massa informe, ed è una sensazione sgradevole da avere addosso. Se i vostri seni sono veramente grandi, scegliete di farvi confezionare delle camice su misura , magari ne potrete acquistare di meno, ma saranno perfette sul vostro fisico

Una camicetta, dovrebbe poter rimanere aderente anche quando ti siedi e ti inchini, non solo quando cammini, il seno sporge fuori ed è difficile non notarlo specialmente quando i bottoni non chiudono bene e lasciano vedere il tutto.

Applicazione dei bottoni con torchietti

I bottoni a pulsante risolvono in parte questo problema, sono facili da applicare con un torchietto per i bottoni, chiudono saldamente e non hanno problemi di asole. Chiaramente essi devono essere adatti al modello e al tessuto della camicia.

Sempre con la rivettatrice se volete potete applicare anche altre cose sia sulla camicetta che su altri capi di vestiario. Con il torchietto per bottoni potrete applicare sui vostri capi di abbigliamento cose come strass, rivetti, borchie, le quali personalizzeranno il vostro capo di abbigliamento rendendovi eventualmente più eleganti. Il torchietto può essere reperita in quasi in ogni ferramenta.

Con l’andare degli anni il busto scivola un po’ più in giù a causa della forza di gravità, lo avrete notato soprattutto sulle donne anziane che tirano su i reggiseni sino a spellarsi le spalle, un rimedio molto più comodo consiste nel indossare un reggiseno push up.

Delle volte, nel vuoto causato da un cattivo posizionamento dei bottoni, potrete anche cucire tra l’altro dei pussuar che chiuderanno il vuoto che si viene creare, un’altra soluzione temporanea è quella di utilizzare il nastro trasparente bi- adesivo.

Con i rimedi sopra forniti non dovreste imbattervi più in questo tipo di problema.

L’arte che richiama la nostra vera essenza nel viaggio chiamato vita

logoLa vita è un percorso graduale che ci permette di capire sempre più cose man mano che andiamo avanti, un percorso dove la migliore attività che si può esercitare per il proprio bene è scartare le cose inutili e dedicarsi alle cose utili. All’interno di questo percorso spesso è previsto anche prendere consapevolezza di cosa è utile e di cosa non è utile per noi, trovare il proprio scopo nella vita, trovare la direzione che ci farà sentire in armonia con l’ambiente che viviamo.

Purtroppo le distrazioni sono tante e i modelli convenzionali ci coinvolgono sin dalla nascita, costruendo delle infrastrutture mentali che magari saremo in grado di soddisfare solamente dopo trent’anni o anche più, dopo che la vita che avrà dimostrato che sono solo delle infrastrutture utili a questa società, o apparentemente utili a questa società, ma sicuramente non utili a noi a livello personale per la nostra crescita.

L’arte è uno di quei canali che permette di mettere la testa fuori dalla gabbia quotidiana. È un qualcosa che ci fa percepire oltre e ci dà la sensazione di poter essere in comunicazione con qualcosa di più importante o più vicino alla nostra indole spirituale. Questo il motivo recondito che si nasconde dietro il fatto che un quadro, un dipinto moderno o antico che sia, permette di richiamare emozione sensazioni dal nostro inconscio e non sapevamo neanche di possedere. L’esperienza di vita come palestra per conoscere le nostre caratteristiche e possibilità più nascoste, quasi a voler credere che siamo un pozzo infinito di conoscenza o di sapienza innata e che abbiamo solo dimenticato chi siamo e cosa siamo in grado di fare solo perché attualmente limitati da mezzi materiali, il primo tra i quali il nostro corpo.

Ma sentiamo che siamo qualcosa di più, sentiamo che andiamo oltre la materia, sentiamo che in realtà il nostro unico scopo per quanto riguarda l’universo materiale è quello di dirigerlo o di animarlo a nostro favore, e non a caso ci indispettiamo molto quando siamo costretti ad obbedire spiritualmente alle leggi della fisica. La domanda che a questo punto possiamo porci che rimane alla base di tutto è: abbiamo veramente un’anima o semplicemente siamo un’anima? Come si fa a possedere qualcosa di immateriale?

Sarebbe molto più logico definire che noi siamo quell’entità non materiale dei più chiamata anima, che viene riscoperta tramite una musica, una melodia o un quadro di arte moderna; nient’altro che il promemoria di ciò che siamo, da lì il segno che possono lasciare dentro di noi, che in realtà è un segno già esistente su cui va posta più spesso la nostra attenzione intima e profonda.

Master in Nutrizione a Napoli, edizione unica 2014

logoAprono le iscrizioni per il Master in Nutrizione organizzato dalla Nutrifor a Napoli in edizione unica.

Il master si svolgerà nel centro di Napoli e sarà facilmente accessibile anche da chi sceglie di raggiungere le lezioni a piedi. Queste si terranno presso la sala convegni dell’Holiday Inn Naples, in via Domenico Ausilio, Centro Direzionale Isola E6. La sala convegni scelta, è posizionata poco distante dalla Stazione Centrale.

Il master è suddiviso in cinque moduli che si terranno in formula full immersion e weekend. Durerà in totale novanta ore e le lezioni si terranno dal sabato alla domenica, dalle 9,00 alle 18,00.

È rivolto a medici, farmacisti, biologi, dietisti e professionisti operanti nel mondo sanitario che vogliano specializzarsi nel settore della nutrizione e consente di acquisire il diploma di consulente nutrizionale, ma anche di arricchire il proprio curriculum consentendo di imporsi sul mercato del lavoro in qualità di professionista.

Nutrifor spicca appunto in quanto realtà seria e qualificata, in grado di offrire percorsi formativi di alto livello: nel caso del Master in Nutrizione umana a Napoli il programma offre una panoramica ampia sull’argomento nutrizione.

Alle ore di lezione in aula inoltre si è scelto di associare esercitazioni pratiche e pratiche professionali che metteranno il consulente in grado di operare immediatamente e con sicurezza a contatto con clienti reali. Ci si eserciterà nella compilazione della cartella clinica, nel rilevamento delle abitudini alimentari e dello stile di vita, ma anche nell’elaborazione di una dieta di base, nell’uso di tabelle bromatologiche, nell’uso di misure antropometriche, e ci sarà la possibilità di fare pratica con il rapporto paziente professionista.

Superata la verifica delle presenze e l’esame finale i partecipanti avranno diritto alla qualifica di consulente nutrizionale e si otterranno crediti formativi ECM (previsti per medici, biologi, farmacisti e dietisti) nelle misure che di volta in volta il Ministero della Salute autorizzerà. Per tutti i corsi precedenti sono stati concessi ai partecipanti 50 ECM.

Per chi sceglie di iscriversi entro il 30 giugno 2014 è previsto uno sconto di 720 euro.

Laserspeed – Il sistema laser a diodo più veloce per la depilazione

Female legs with white orchidIl sistema laser a diodi Laserspeed stabilisce nuovi standard nella rimozione dei peli, con un sistema ad alta velocità utilizzabile su tutti i tipi di pelle. Un’intera area può essere trattata in meno di dieci minuti!

La sua esclusiva tecnologia rende Laserspeed uno dei sistemi laser più veloce per la depilazione dei peli superflui. Quest’apparecchiatura consente di fare trattamenti veloci e omogenei.

Il sistema laser a diodi Laserspeed è stato progettato per la depilazione laser veloce ed è ideale per effettuare un’epilazione delicata, adatta a tutti i tipi di pelle. L’energia sprigionata dal laser è assorbita dalla melanina nei follicoli piliferi, successivamente il calore emesso dall’energia del laser a diodo distrugge i follicoli piliferi e in seguito disabilita la sua tendenza a crescere. La ricrescita dei peli è ridotta, infatti, in modo permanente. Laserspeed è adatto a ogni tipo di peli. Risulta, infatti, molto efficace sia su peli spessi sia su quelli fini, nonché sui peli superficiali che su quelli più in profondità. Per maggiori informazioni sul funzionamento clicca qui.

Il suo utilizzo è adatto anche per soggetti con pelli sensibili e più scure. La tecnologia impiegata per realizzare Laserspeed ne consente l’uso in maniera facile e sicura, senza rischio di bruciature e scottature. Tutto questo è reso possibile anche grazie al manipolo di raffreddamento che con consente di raffreddare la pelle circostante nell’esecuzione del trattamento, così la pelle resta protetta e liscia.

Per ottenere risultati ottimali, sono necessari diversi trattamenti a intervalli di poche settimane. La ricrescita dei peli avviene in diverse fasi e il laser a diodo va a colpire solo i follicoli piliferi attivi. Di conseguenza occorrono diverse sessioni di trattamento per rimuovere definitivamente i peli in eccesso in tutte le fasi della crescita.

Studi clinici hanno dimostrato che in genere sono necessari almeno sette trattamenti, con un intervallo compreso tra le tre e le otto settimane tra un trattamento e l’altro. Ovviamente il numero di sessioni da eseguire varia da soggetto a soggetto, e anche in base ad altri valori come ad esempio la zona su cui sarà eseguito il trattamento, il colore della pelle, lo spessore dei peli, il colore dei peli, ecc. Ad esempio è possibile ottenere facilmente risultati sui soggetti con pelle chiara e peli scuri. Alcune aree possono invece richiedere molti più trattamenti affinché si raggiungano i risultati desiderati.

I trattamenti di depilazione laser a diodo non sono però adatti per persone con pelle naturalmente scura o molto abbronzata, questo perché la pelle più scura, ha la tendenza ad assorbire troppo l’energia del laser con conseguente decolorazione della pelle.

Harmony test: la vera novità nella diagnosi prenatale. Cos’è e perchè sceglierlo.

logoHarmony test è un test prenatale non rischioso e non invasivo che permette di scoprire anomalie nel DNA del feto.

Tutte le mamme sanno quanto siano importanti gli esami prenatali, in questo modo si scopre se il bambino è affetto da patologie gravi o da malformazioni. Ormai esistono diversi metodi, invasivi o no (come amniocentesi e villocentesi), ma l’evoluzione medica sta cercando di approntare degli esami sempre meno invasivi e pericolosi per il feto. Gli esami prenatali sono molto importanti specie se la madre ha contratto delle infezioni, se appaiono anomalie nell’ecografia o se in famiglia vi sono delle patologie ereditarie. Il problema principale riscontrato nell’esecuzione diffusa di teste prenatali come amniocentesi e villocentesi risiede nel fatto che hanno una piccola percentuale di rischio di aborto.

Per quanto questa percentuale possa essere minima, intorno all’1%, in particolar modo per la villocentesi che risulta maggiormente invasiva, il rischio c’è e la sua esistenza comporta tutta una serie di preoccupazioni giustificate che però in questo momento possono essere molto ridotte se non accantonate. Questo in particolar modo da quando è stato introdotto Harmony test, che richiede l’utilizzo della villocentesi o dell’amniocentesi solo nel caso in cui abbia dato degli esiti positivi, esiti che indicheranno la necessità di un ulteriore approfondimento della situazione per un quadro più chiaro e più dettagliato.

Harmony test, uno sguardo più approfondito

Dunque è stato elaborato Harmony test, esame assolutamente non invasivo, privo di rischi (sia per la madre che per il feto) che rileva le patologie e le malformazioni attraverso il sangue materno. Il fatto che sia privo di rischi dipende dal fatto che le analisi vengono eseguite direttamente sul sangue della gestante, per cui per la sua esecuzione è necessario semplicemente un prelievo. Esatto, la gestante (dalla decima settimana in poi) fa un prelievo di sangue e da qui si può verificare il rischio di trisomie fetali e aneuploidie X, Y. Si potrebbe pensare che l’affidabilità di Harmony test non sia sufficiente e che nel plasma non possano essere contenute tutte queste informazioni approfondite. Questo è un errore. La risposta dell’affidabilità di Harmony test è presto data.

Quanto è preciso Harmony test? 99% nell’individuare la sindrome di Down mentre 98% e 80% per la Sindrome di Edwards e la Sindrome di Patau. Inoltre fornisce informazioni sul sesso fetale.

Può essere eseguito anche su gravidanze gemellari (non più di due feti), su gravidanze da ovodonazione e gravidanze tramite riproduzione assistita.

I risultati del test arrivano dopo 2 settimane dal prelievo ed il referto è chiaro e comprensibile. Nel caso in cui l’esito riscontri o meno delle anomalie, occorre consultare il ginecolo per effettuare o meno altri esami.

Perchè scegliere Harmony test e non Villocentesi o Amniocentesi? Questi ultimi sono esami invasivi, in cui si prelevano tessuto della placenta nel primo e liquido amniotico nel secondo, ed entrambi hanno un rischio di abortività del 0,5% mentre Harmony test non è invasivo e non presenta nessun tipo di rischio. Come detto in precedenza possono essere seguiti per ulteriori approfondimenti della situazione, in modo da fornire anche una controprova. Questo abatte notevolmente il numero di villocentesi e amniocentesi praticate.

È possibile eseguire Harmony test nei centri medici specializzati, così come in ospedali, così come nei centri specializzati in procreazione medicalmente assistita che seguono le gestanti tutto il percorso di inseminazione artificiale e fecondazione assistita, ovviamente in questi casi il discorso diagnosi prenatale diventa ancora più rilevante e quindi proporzionalmente ancora più rilevante l’importanza di un esame come Harmony test.

Cinque modi per sconfiggere l’ansia

????La lotta all’ansia può essere esercitata in diversi modi: con rimedi naturali, assumendo prodotti specifici o rivolgendosi a un esperto. Per esempio, consultando un elenco psicologi di Milano si ha la possibilità di individuare una serie di specialisti in grado di fornire un valido aiuto e di proporre consigli e suggerimenti per contrastare l’ansia. Oltre a ciò, si possono mettere in pratica altri accorgimenti e consigli per ritrovare una situazione di serenità e benessere.

Per esempio, scegliendo la camomilla e il tiglio, che sono le due piante officinali che per eccellenza sono contraddistinte da un effetto calmante.

Una tisana di tiglio e camomilla (un cucchiaino di tiglio essiccato e un cucchiaino di camomilla essiccata sono più che sufficienti per ogni litro d’acqua) rappresenta un toccasana per sconfiggere la sindrome ansiosa, specie se viene assunta prima di andare a letto.

Un’azione non molto differente è quella esercitata dalla valeriana, che nelle erboristerie si può trovare sotto forma di capsule, di estratto liquido o di estratto secco (necessario per preparare le tisane). La valeriana è importante nei casi di insonnia e di ansia, ma deve essere assunta solo in assenza di antidepressivi, antistaminici e bevande alcoliche: l’erborista di fiducia può fornire tutte le informazioni necessarie sia per quel che riguarda la forma di valeriana migliore, sia per quel che riguarda le dosi.

Da non sottovalutare, poi, è il cosiddetto pensiero positivo, vale a dire la tendenza ad allenare il proprio cervello e la propria mente a non temere gli avvenimenti imprevisti o le situazioni nuove. Spesso, infatti, l’ansia deriva semplicemente dalla paura (che in alcuni casi è vero e proprio terrore) del futuro e dell’inatteso. Allenando la mente con frasi positive e ripetendosi concetti di fiducia, si può ritrovare uno spirito più ottimista.

Per chi non può fare a meno dei rimedi naturali, poi, ecco in soccorso la gemmoterapia: per esempio la Tilia tormentosa è un gemmo-derivato che agisce contro l’ansia intervenendo sul centro del sonno e sull’asse cortico-ipotalamico, ma anche aumentando il livello di serotonina nel sangue.

Ecco, dunque, che questo gemmo-derivato espleta un’azione ansiolitica, tranquillante e antispastica particolarmente efficace, con il vantaggio che si caratterizza per effetti collaterali praticamente nulli, in virtù del suo indice terapeutico molto elevato, che riduce al minimo anche le controndicazioni. Non è un caso che la Tilia tormentosa venga somministrata spesso anche a donne in gravidanza, persone anziane e bambini che devono fare i conti con l’ansia.

Infine, ecco l’aromaterapia, che permette di contrastare le sindromi ansiose ricorrendo a dosi più o meno significative di oli essenziali ad elevata concentrazione. Gli oli hanno la capacità di migliorare la percezione di benessere non solo a livello mentale ed emozionale, ma anche a livello fisico.

Quelli che esercitano un’azione neurosedativa, per esempio, possono essere massaggiati sul corpo e distribuiti in maniera uniforme, visto che il loro assorbimento tramite la cute ha un’azione di grande efficacia. Chi soffre di ansia, inoltre, può profumare gli ambienti in cui vive e lavora con estratti di droghe dall’azione ansiolitica o sedativa, come per esempio la lavanda.