Archive for: gennaio 2014

Nuovo trapianto dei capelli: i bulbi ricrescono in modo naturale

Il Dr. Serkan Aygin esegue Trapianto dei Capelli con una nuova tecnica chirurgica: innovativa e rivoluzionaria.
Il problema della calvizie è risolto in modo definitivo, senza lasciare cicatrici.

Le unità follicolari dell’area donatrice vengono prelevate e dopo essere state selezionate sono innestate nell’area da rinfoltire.
I nuovi bulbi ricrescono in modo naturale.

Entra nel sito trapiantocapelliturchia.it per maggiori dettagli.

Viaggiare in camper e consigli utili

OLYMPUS DIGITAL CAMERAViaggiare in camper garantisce indipendenza da vincoli legati a prenotazioni di pernottamento e soggiorni vari, ma non dimentichiamo che l’alta stagione pone regole anche per la sosta in aree attrezzate di una certa popolarità. Se abbiamo intenzione di recarci in zone turisticamente affollate, specialmente al mare durante l’estate o in montagna durante l’inverno, prenotiamo con anticipo la nostra piazzola di sosta valutando i prezzi e la disponibilità per il periodo previsto. Se non si possiede ancora un camper, si potrebbe valutare la possibilità di noleggiare il veicolo oppure di acquistarlo ad un prezzo più accessibile, dando un’occhiata a quello che offre il mercato della vendita camper usati.

Equipaggiamo il nostro veicolo di riserve di cibo acquistandole, nel limite del possibile, prima di metterci in viaggio. In questo modo sarà più facile rientrare nel budget previsto delle spese, spesso nelle località turistiche fare la spesa diventa veramente oneroso e, a meno che, abbiamo la possibilità di mangiare senza preoccuparci dei prezzi, avremo a portata di mano tutto l’occorrente per preparare deliziosi pranzetti.

Rifornimento di cibo per la vacanza in camper

Naturalmente è opportuno portare con sé cibo a lunga conservazione e alimenti poco deteriorabili. Frutta fresca di stagione, pasta, conserve, surgelati , biscotti , condimenti, spezie e caffè offrono una scorta rilevante e non ci impegnano all’acquisto giornaliero per alimentarci. Ricordiamo che potremmo trovarci in posti privi di negozi perciò non sottovalutiamo questa regola: partiamo sempre con una buona riserva di provviste.

Vestiario da portare in camper

Oltre al cibo, è importantissima la scelta degli abiti, inutile dire che questi variano a seconda della stagione, è bene essere previdenti senza appesantire il camper con valigie ingombranti. Pochi capi adatti a circostanze diverse senza dimenticare che non siamo in hotel ma all’aria aperta e non abbiamo obblighi di andare a cena con l’abito lungo.

Qualche coperta e un sacco a pelo in più compenserà a un improvviso calo delle temperature e potrà servire anche da comoda stuoietta per il riposino quotidiano al di fuori del veicolo.

Viaggiare in camper è libertà, ma non dimentichiamo mai di rispettare le norme della strada e i comportamenti che violino le normali regole di buona educazione, rispettiamo la natura non lasciando mai gli scarti organici abbandonati nelle piazzole di sosta senza smaltirli adeguatamente.

Le complicazioni dell’impetigine

logoL’ impetigine è un’infezione causata da alcuni batteri. Le fonti che danno origine all’infezione possono essere, ad esempio, le malattie che riguardano il naso e la gola. Successivamente una lesione minore come abrasioni o morsi di insetto, in quanto batteri passano attraverso la ferita trasferendo la secrezione sulla zona lesa della pelle. L’
impetigine

è altamente contagiosa, poiché le bolle contengono un gran numero di agenti patogeni. Soprattutto in condizioni igieniche inadeguate provocano spesso la comparsa di piccole epidemie, i bambini si infettano a vicenda da una famiglia in un gruppo di scuola o di un campo di vacanza.

L’impetigine può persistere per settimane, soprattutto se vi è una condizione preesistente, come l’eczema. Il trattamento è con antibiotici. Finché solo alcuni focolai di malattia sono presenti, unguenti antibiotici possono essere applicati sulle bolle. Se invece è presente una maggior diffusione delle bolle allora sarà necessaria l’assunzione di antibiotici sotto prescrizione medica.
Le complicanze sono rare. L’impetigine può portare all’infiammazione dei linfonodi o deivasi linfatici. La complicanza più grave è la cosiddetta glomerulo nefrite. La glomerulonefrite è una malattia progressiva che colpisce i glomeruli renali, le singole unità di filtraggio del rene che producono l’urina. Quando i glomeruli si infiammano, i reni non possono filtrare correttamente le urine. Ciò si traduce in un accumulo di liquidi e tossine nel corpo. La Glomerulonefrite, una grave omplicanza dell’impetigine, può portare all’insufficienza renale cronica.

I sintomi sono una diretta conseguenza della incapacità dei reni di rimuovere rifiuti e liquidi in eccesso dal corpo. Quando l’insufficienza renale è grave o in fase avanzata, può causare i seguenti sintomi: confusione; contrazioni o crampi; prurito della pelle; rara minzione; mancanza di respiro; stanchezza; mal di testa; nausea e vomito; la pelle di colore giallo-bruno; perdita di appetito; perdita di peso; alta pressione sanguigna; sangue dal naso; sete; occhi, mani e piedi gonfi (edema).

Se la complicanza dell’impetigine non viene trattata e il danno renale peggiora, i sintomi possono intensificarsi. In una fase avanzata, possono verificarsi convulsioni e coma. La Glomerulonefrite può avere gravi conseguenze. Se non adeguatamente trattata, può portare a insufficienza renale cronica, malattie renali, allo stadio terminale, ipertensione, insufficienza cardiaca, edema polmonare e aumento del rischio di infezioni, in particolare infezioni urinarie e renali.

Stare più rilassati grazie alle videosorveglianza

logoCi sono una serie di situazioni in cui può essere ragionevole aspettarsi che la videosorveglianza prenda posto, per esempio, per motivi di sicurezza in una banca o all’interno di negozi in zone ad alta criminalità. Nelle zone in cui le persone hanno un’esigenza molto più elevata di privacy, come ad esempio un bagno pubblico o di una camera di trattamento termale, la videosorveglianza non è appropriata.

Quando si considera l’uso di videosorveglianza, assicurarsi di aver ponderato tutte le possibilità meno invasive. È preferibile adottare prima le misure di sicurezza appropriate in atto, come ad esempio l’introduzione d’inventario sotto chiave.

Le informazioni raccolte attraverso la videosorveglianza devono essere utilizzate solo per lo scopo che la sorveglianza è stata intrapresa, o per gli scopi consentiti dalla legge. Per esempio, se le telecamere sono installate in un garage, di solito in concomitanza di una porta basculante per garage, per motivi di sicurezza, l’informazione non può essere utilizzata per tenere traccia dei movimenti degli inquilini.

Il sistema di videosorveglianza deve essere collocata e utilizzata per raccogliere la quantità minima d’informazioni per essere efficace. Questo aiuta a ridurre l’intrusione nella vita privata. In particolare:

  • Le telecamere che sono attivate ​​per periodi limitati durante la giornata, sono preferibili a quelle sempre attive.
  • Le telecamere devono essere poste per ridurre la cattura delle immagini di persone. Per esempio, una telecamera di sicurezza in un negozio non dovrebbe registrare i passanti all’esterno del negozio.
  • Le telecamere non dovrebbero essere volte a zone in cui le persone hanno un’esigenza elevata di privacy, per esempio, docce o in finestre. Si deve provvedere a garantire che le telecamere non possano essere regolate o manipolate da parte dell’operatore in modo da catturare immagini in tali aree.
  • Il suono non dovrebbe essere registrato salvo che non ci sia una necessità specifica per farlo.
  • Se è monitorata da fotocamera, la funzione di registrazione deve essere attivata solo quando l’attività illecita si sospetta o si osserva.

Le organizzazioni devono inoltre garantire che la videosorveglianza sia conforme a tutte le leggi applicabili, oltre alla normativa sulla privacy. Ad esempio, un’organizzazione con una videocamera che cattura il suono ha bisogno di prendere in considerazione le disposizioni del codice penale relative alla raccolta delle comunicazioni private.

Suggerimenti su prenotazioni crociere last minute

logoCentinaia di crociere partono ogni giorno in tutto il mondo.

Più di tredici milioni di passeggeri hanno scelto una crociera nel 2012.

Le vacanze in crociera sono attraenti per viaggiatori di tutti i tipi, grazie anche alla vasta possibilità di scelta disponibile. Alcune delle migliori offerte per crociere sono last minute, quando le linee di crociera tagliano i prezzi per riempire le navi.

Scegliere una crociera last minute

La scelta di viaggio last minute richiede flessibilità da parte dei viaggiatori. Se avete il vostro cuore verso una destinazione particolare, siate almeno flessibili nelle date. Se avete date specifiche in mente, siate flessibili nella destinazione. Maggiore flessibilità si ha, più sono le probabilità di trovare un ottimo affare last minute.

Cerca la tua crociera last minute da fine agosto a Natale, quando i bambini sono tornati a scuola. La domanda in questo periodo dell’anno è inferiore, e permette alle aziende di crociera di offrire viaggi scontati che possono essere ulteriormente scontati in offerte di viaggio last minute.

Trovare il last minute adatto a noi

Cercare le offerte per crociere last minute per crociere che includono il biglietto aereo e il trasporto via terra da e per l’aeroporto di destinazione. Si potrebbe trovare una crociera last minute stellare, ma con costi di trasporto aereo e via terra che nullificherebbe il risparmio ottenuto nella crociera stessa.

Ogni linea di crociera ha una pagina delle offerte last minute sul suo sito web. Confronta le tariffe tra le compagnie di crociera per trovare la migliore offerta last minute che fa per te. Alcune delle linee di crociera offrono sconti per studenti, anziani e personale militare, ma gli sconti non sono sempre pubblicati. Chiama la linea di crociera e informati sugli sconti disponibili per speciali categorie a cui potresti appartenere o a cui potrebbe avere diritto un accompagnatore che desideri portare con te.

Come combattere i problemi delle gambe gonfie

logoLe gambe gonfie sono un problema della maggior parte delle donne che non sanno come fare ad eliminare questo fastidio quasi insopportabile.

Il problema si presenta soprattutto con l’arrivo del caldo dove i problemi di pesantezza diventano davvero elevati e il gonfiore si fa sentire a tutti i livelli.

Siete tra quella percentuale di donne che sente anche dei problemi con formicoli o manifestazioni dolorose? Esistono dei rimedi poco costosi che possono essere utilizzati per eliminare in gran parte questo fastidio, dovete solo scegliere se intervenire a livello fisico oppure fitoterapico.

I consigli della nonna parlano di acqua fresca e pediluvi, infatti è necessario ricordare che l’acqua non dovrà essere assunta solo in grandi quantità ma durante l’estate per eliminare le tossine in eccesso, sarà necessario effettuare dei freschi pediluvi e brevi docce sulle gambe. Per rendere il trattamento ancora più interessante, potete optare per utilizzare erbe con caratteristiche rinfrescanti come:

– Lavanda

– Menta

– Timo

– Rosmarino

Sembrerà un consiglio scontato ma chi ha il problema della gambe gonfie e pesanti, spesso lavora in ufficio e sta per molte ore seduta, ecco che diventa complesso eliminare il gonfiore alle gambe e di conseguenza il primo consiglio offerto dai medici è quello di fare una bella passeggiata a fine giornata.

Chi ne ha la possibilità può ricorrere ai massaggi, alcune fisioterapiste eseguono speciali tecnici linfodrenanti che grazie a determinati movimenti circolari delle mani, permettono di alleviare il senso di pesantezza per i massaggi viene utilizzato olio di mandarle e girasole, abbinato a gocce di olio essenziale di limone e rosmarino.
Sarà la stessa fisioterapista a consigliarvi di tenere le gambe sollevate da un cuscino per aiutare meglio le caviglie a sgonfiarsi.

La donna che soffre di gambe gonfie, dovrebbe pensare al tipo di alimentazione che viene scelta, analizzando nel dettaglio questo elemento si andrà a scoprire che la ritenzione idrica è la principale protagonista del problema.

Se il vostro problema dovesse essere questo, vi consigliamo di diminuire al massimo il consumo di sale e prodotti confezionati, cibi in scatola, salumi e formaggi. Meglio integrare nell’alimentazione giornaliera fragole, ribes e mirtilli anche se non sono da meno kiwi ed agrumi.

Per eliminare il senso di pesantezza, potreste sempre optare per le erbe e le tisane naturali come la menta e le foglie di mirtillo, centella asiatica, finocchio e amamelide. Questi sono solo alcuni dei consigli più semplici per alleviare la tensione e il gonfiore alle gambe.

Copertura di un porticato con teloni

logoL’esecuzione di una copertura del porticato può sembrare un
compito che merita un premio alla carriera, ma, in realtà, si
può arrangiare in un paio d’ore se si sceglie un approccio più
facile e più semplice e fai da te, utilizzando a dovere alcuni teloni in vimini super pesanti. Un porticato è un ottimo modo per utilizzare
l’area esterna della vostra casa.

Naturalmente, avere un giardino verde
con abbondanza di piante ed erba è molto bello e molto desiderabile da
tutti i proprietari di casa, ma una zona pavimentata nell’area verde – come un ponte, un cortile o terrazza – è uno spazio pulito in cui poter mettere
mobili da giardino, e altri oggetti che potrebbero non sopportare gli effetti
di forte sole, pioggia e vento forte.

Se volete cenare sulla terrazza in
una calda giornata estiva, un pomeriggio piovoso di primavera o una ventosa
sera d’autunno, necessiterete di un telo che copra il cortile
che sarà in grado di proteggervi lasciandovi con la sensazione di stare
all’aria aperta e sentire il rifugio di una casa.

Strumenti e materiali

Questa copertura può essere fatto da una
varietà di materiali – calcestruzzo, pietra, legno, dipende dalle
esigenze della persona stessa. In generale, avrete bisogno di un
paio di strumenti per certo, come un martello, un cacciavite, e molto
probabilmente pure di un trapano. Un telo pesante in
vinile, però, può essere la soluzione per un
materiale di copertura per tutti i tipi di costruzioni del porticato.

Installare un telone

L’Installazione di teloni per coperture
non sarà un compito difficile, ma si dovrebbe fare attenzione ad alcuni
dettagli. Nel caso in cui si debbano praticare fori in una superficie di
legno, assicurarsi che i bulloni o i chiodi siano correttamente avvitati, in
modo che i punti di fissaggio del telo in vinile siano
abbastanza stabili da sostenere la tensione della copertura tesa.

Sarà sicuramente un piacere evitare situazioni in cui la cena è
rovinata a causa di un telone che cade, quindi questa è una precauzione
importante da prendere.

Un altro punto importante da menzionare è l’angolo in cui si sta
andando a mettere il telone. Va determinato in anticipo
da dove arrivano i raggi del sole più forti nel vostro giardino e poi
porre il telo vinilico di conseguenza. Se occorrono
forti venti nella vostra zona, questo è un altro punto da considerare
nell’installare la copertura del cortile.

È un vero sollievo sapere che esistono così tante scelte nel
fai-da-te, e che una copertura del cortile con un telo di vinile facilmente installati da soli rende il progresso una meraviglia moderna per i
proprietari di casa. Sole estivo, forte pioggia e vento non saranno
più un ostacolo per godere al massimo il vostro giardino – con una
copertura del giardino in telo di vinile diventa facile.

Alla scoperta degli integratori aminoacidi ramificati

logoL’integratore aminoacidi ramificati serve ad aumentare la massa muscolare. Viene usato da molti sportivi anche per aumentare la forza e la resistenza fisica. In questo modo migliorano le prestazioni in ambito sportivo. Gli aminoacidi ramificati sono tre: Leucina, Isoleucina, Valina e chi li assume deve seguire una dieta specifica per dare modo all’organismo di poterli sintetizzare. Questi aminoacidi li troviamo però già in alcuni alimenti quali uova, carne e nei formaggi, ecco perchè abbiamo detto che l’organismo ha bisogno di sintetizzarli.

Il consiglio è quello di non superare la dose di 5 al giorno. Lavorano sulla massa muscolare e quindi principalmente sui muscoli delle braccia e nei muscoli del corpo. E’ sicuramente vera la notizia che coloro che seguono un’ alimentazione povera di proteine avranno una conseguente perdita di tessuto muscolare, ma allo stesso tempo, non è bene esagerare con l’uso di questi integratori. Secondo le raccomandazioni del Ministero della Sanità, l’apporto totale di proteine (dieta più integratore) non deve essere superiore a 1,5 g/al giorno per Kg di peso corporeo (es. 1,5×70).

A cosa servono?

Gli aminoacidi sono fondamentali per la struttura muscolare. I diversi cibi già li contengono ma in proporzioni variabili. Serve seguire una dieta equilibrata per riuscire ad avere la giusta somministrazione degli aminoacidi. Quando ci sono delle carenze, soprattutto per quando riguarda gli atleti e gli sportivi, allora si fa ricorso ed uso di integratori aminoacidi. L’atleta ha però bisogno di una dieta diversificata, in particolare di aminoacidi a catena ramificata.

Alcune ricerche sono arrivate ad affermare che nei casi in cui l’attività non è continuativa e prolungata nel tempo con sufficienza (almeno 50 minuti) non c’è bisogno dell’uso di integratori con aminoacidi ramificati per recuperare lo sforzo fisico. In realtà, sono molti gli sportivi a fare uso degli integratori aminoacidi perchè non sempre riescono a seguire una dieta equilibrata e bilanciata in grado di permettere di ottenere la perfetta muscolosità di cui necessitano. Per approfondire l’argomento, vi suggeriamo la lettura di questo articolo sul sito www.abcallenamento.it.